martedì 1 ottobre 2013

Venerdì

Il venerdì di Barra Honda e' una giornata diversa. Ci si prepara al week end con un programma leggero. Devo dire che la concezione del lavoro qui e' assai rilassata rispetto ai tempo occidentali. Si lavora sei ore e non un minuto di più. Anzi, possibilmente un po' meno. E non importa se un lavoro non è finito e magari manca  poco. Qui, allo scoccare, cade il machete e se ne parla il giorno dopo. Poi ci sono le pause e le chiacchiere, gli scherzi e gli aneddoti. Il che non significa affatto che siano scansafatiche. Tutt'altro. Sono veramente appassionati del loro lavoro, competenti, ricercano, ne parlano e si confrontano. Ma con tempi assolutamente diversi dai nostri. Figuriamoci che si comincia alle 8.30 la mattina, massimo alle 11.30 si interrompe per il pranzo che è alle 12. Poi riposo fino alle 15.30 e altre due ore di lavoro. Cena alle 18... Insomma, ritmi forsennati...
E poi, appunto, c'è il venerdì. La mattinata e' già leggera. Il pomeriggio si gioca a pallone, futbol pardon, tutti insieme, alla rinfusa, maschi e femmine, volontari, ranger, ragazzini che sbucano da non so dove, anche minuscoli ma agguerritissimi e pure bravi. Oggi c'era pure un cane in campo... 
La serata si passa eccezionalmente al bar di Manuel, che però merita un capitolo a parte. 



Nessun commento:

Posta un commento